Web Visibility – Perché il mio sito non genera traffico?

Web Visibility - perchè rendersi visibili è diventato piu difficile?

In primo luogo dovremmo affrontare il cambiamento dell'utilizzo del web avvenuto negli ultimi anni, che ha stravolto, ovviamente, una serie di regole di marketing che erano divenute standard nella comunicazione.
Solo una manciata di anni fa, avere un sito internet era agio di grandi aziende, di investitori illuminati e di pochi altri.
Il numero stesso dei siti presenti sul web era esponenzialmente minore a quello attuale, quindi era più semplice essere rintracciati.

Oggi, nel mare magnum del web, abbiamo triliardi di siti, di pagine social, di e-commerce anche appoggiagti su piattaforme esterne, di schede azienda, di agglomeranti (portali verticali) nei quali sono riunite aziende dello stesso settore.

Chiaramente è molto più difficile farsi trovare dai  potenziali clienti, e spesso anche dai clienti acquisiti.

LA PRIMA OPERAZIONE DA EFFETTUARE È UN'ANALISI DELLA PROPRIA PRESENZA WEB
* Ho un sito? Una pagina o un profilo social? Ho una scheda Google my Business?
* Quanto tempo fa ho aggiornato queste posizioni web?
* Quali azioni di marketing e cross marketing ho intrapreso per aumentare visibilità e traffico su sito e social?
* Quali sono gli obiettivi che voglio raggiungere con la mia presenza sul web? (brand awareness, acquisizione di nuovi  clienti, vendita on line etc..)
* Le mie azioni per promuovere la mia posizione sul web sono dettate da una strategia o sono random ed effettuo le mie scelte in base alle proposte che mi vengono fatte?

Una volta analizzata la propria presenza web, probabilmente vi sarete dati alcune risposte su quello che manca alla vostra strategia.

LA SECONDA OPERAZIONE DA FARE È UN'ANALISI DEL TIPO DI TRAFFICO E DI RISULTATI PER CIASCUN POSIZIONAMENTO.
- quanto traffico genero sul mio sito web?
- in quali pagine il visitatore medio passa più tempo o atterra dalle ricerche generiche?
- quanti  follewer ho sui social?
- e, dei miei follower, quanti sono casuali o amici e quanti vecchi clienti o nuovi potenziali clienti?
- se le ho fatte, che tipo di ritorno ho avuto dalle campagne social?

LA TERZA OPERAZIONE È L'IDENTIFICAZIONE DEL NOSTRO REALE TARGET DI RIFERIMENTO
° che tipo di azienda ho? B2B? B2C?
° Quale è la mia potenzialità geografica? Sono un'azienda locale? posso espandermi a livello regionale? nazionale? mondiale?
° Il prodotto/servizio che offro è indirizzato ad un pubblico eterogeneo o ho delle specifiche caratteristiche di pubblico da considerare?

A questo punto, avendo una chiara idea di quelli che sono i nostri obiettivi, strumenti web, e potenziale bacino di utenza potremo cominciare a studiare una reale strategia comunicativa, non randomizzata, studiata sulla vostra azienda, sul vostro prodotto, sugli obiettivi che vi siete prefissi e soprattutto sul vostro target di riferimento, pur senza rinunciare ad una parte (più o meno importante) di investimento sulla pubblicità di massa (rivolta a tutti)

Come sempre, cerchiamo di rammentare che ognuno dovrebbe fare il suo lavoro, e che affidarsi a dei professionisti onesti, esperti ed efficaci offre una migliore garanzia di risultati.

Chiaramente ciascun imprenditore può (e deve) contribuire in autonomia a promuovere la propria azienda.

Troppo spesso però si effettuano azioni casuali, spesso dettate da urgenze contingenziali, che vengono fatte e poi lasciate lì, in attesa del miracolo del web.

Come se i clienti cadessero dal cielo. O se avere un sito web bastasse.

Ci sono, certo, alcuni accorgimenti che sono abbastanza semplici da realizzare:

1) mantenete aggiornate sempre (con cadenza settimanale o quindicinale) le vostre pagine ed il votro sito (magari aggiungendo contenuti al sito stesso oppure sfruttando se, l'avete, la sezione blog o news)
2) utilizzate il cross marketing fra i vari media sui quali siete presenti (pubblicate sul sito e condividete sui social, oppure linkate i social sul sito ed il sito sui social
3) chiedete ai vostri clienti abituali se possono scrivere delle recensioni (possibilmente sulla scheda my business) recensioni che sarà vostra cura  ripubblicare sui social
4) informate anche i vostri clienti della vostra presenza sul web (ancor di più se effettuate vendite on line) esibendo nel vostro punto vendita o studio un cartello con il link.
5) utilizzate le call to action e i rewards nelle comunicazioni per valutare i risultati e per ottenere richieste e/o acquisti.

 

Non esitate a contattarci per ulteriori informazioni o per una consulenza gratuita.
Facciamo vostra la nostra conoscenza.
Non utilizziamo format uguali per tutti:
Studiamo strategie e iniziative ad personam per ogni cliente.
info@ourwebitalia.it

Condividi su Social!
News
Precedente
Una nuova veste per il nostro sito
Successivo
Comunicazione Web – Come renderla efficace